Se non sei sicura che quello che stai vivendo sia violenza, qui puoi trovare delle descrizioni che possono esserti d’aiuto. Ricorda che puoi rivolgerti a noi per qualsiasi dubbio.

 

                                                                                                                                              

                                                                                                                                             abbraccio


 

VIOLENZA PSICOLOGICA

Con il termine “violenza psicologica” ci riferiamo ad una serie di atteggiamenti e discorsi volti direttamente a denigrare l’altra persona e il suo modo di essere. Rientrano in questa definizione tutte quelle parole e quei gesti che hanno lo scopo di rendere l’altro insicuro, così da poterlo controllare e sottomettere.
Lui ti critica costantemente, ti umilia e ti rende ridicola davanti agli altri, ti insulta, ti segue, ti controlla nei tuoi spostamenti, ti impedisce di vedere i tuoi familiari, di frequentare gli amici, minaccia di far del male a te, ai tuoi figli e alla tua famiglia, ti impedisce di avere interessi tuoi, minaccia il suicidio o di farsi del male.

 

 

VIOLENZA FISICA

Ogni forma di violenza contro di te, il tuo corpo, le tue proprietà.
Lui ti ha spintonata, ti ha picchiata, ti ha ferita, ti ha fatto male fisicamente, ha distrutto i mobili della tua casa, ha strappato le foto dei tuoi familiari, ha tagliato i tuoi vestiti, ha distrutto i documenti, il tuo permesso di soggiorno.

 

VIOLENZA SESSUALE

Ogni forma di coinvolgimento in attività sessuali senza il tuo consenso.

 

VIOLENZA ECONOMICA

Ogni forma di controllo sulla tua autonomia economica e sulla gestione del patrimonio.
Osteggia i tuoi tentativi di lavorare o trovare un lavoro; non ti permette di avere un conto corrente; ti tiene all’oscuro delle entrate, dei costi di gestione e delle spese familiari; si è appropriato dei tuoi averi; ti ha fatto firmare impegno con banche o società finanziarie.

 

STALKING

Ogni forma di comportamento anomalo e fastidioso verso una persona, costituita da comunicazioni intrusive oppure da comportamenti volti a controllare la propria vittima. Questo comportamento, con la sua reiterazione, incute nella donna che lo subisce un ragionevole stato di timore sia fisico che psicologico, alterandone le scelte o lo stile di vita.
Si apposta fuori casa o dal lavoro, ti segue, ti invia numerosi messaggi telefonici, ti invia regali non desiderati, viola il tuo domicilio, lascia messaggi o lettere anonimi, agisce azioni intrusive e di ricerca di contatto.

 

VIOLENZA SUL LAVORO - MOBBING

Ogni comportamento lesivo dell’integrità psico-fisica della persona nel rapporto e nel luogo lavorativo, la violenza può venire da colleghi o datori di lavoro. Riguarda le donne impiegate nelle varie aree dei settori economici industriali, commerciali, dei servizi, fra cui le lavoratrici che svolgono il lavoro domestico e l’assistenza alla cura della persona.